Borse di Studio

L’idea del Progetto Borse di Studio è nata considerando il difficile accesso all’istruzione scolastica di base per i bambini beninesi: difatti, nonostante il ciclo primario sia almeno formalmente gratuito, tale gratuità è difficilmente garantita a causa della precarietà del sistema scolastico statale dal che consegue che l’obbligo scolastico sia fortemente compromesso.

Si è pensato così di introdurre per il momento due borse di studio da destinare a due studenti beninesi (un ragazzo ed una ragazza) individuati secondo i criteri del merito e della povertà.
Con l’aiuto dei giovani dell’Associazione Nevsad e grazie ai preziosi consigli di padre Epiphan, grande amico di Konou, si è deciso di destinare le borse ai bambini del quinto anno (CM1) della scuola primaria, considerato come il momento più critico del percorso scolastico, in cui maggiore è la percentuale di abbandono: l’idea di destinare agli studenti del penultimo anno di scuola elementare il sussidio è finalizzata a consentire loro di ultimare il ciclo di studi.

Dopo un’attenta individuazione dei destinatari, affidata all’azione di due referenti dell’Associazione Nevsad, chiamati ad operare di concerto con il direttore della scuola ed i docenti della classe, la borsa sarà spesa per l’acquisto del kit scolastico, dell’incentivo per gli spostamenti scuola-casa degli alunni, oltre che del cibo e dell’assistenza sanitaria. Ben lungi dal creare una diversificazione dagli studenti, la borsa va considerata come un fattore motivante per la classe tutta che possa determinare in tutti un maggiore impegno scolastico. Per quest’anno è stata individuata la scuola di EPP/Aganmalomé di Pomassé, diretta da TCHIBOZO Bruno Cimlan ed è stata approvata l’erogazione di due borse per il mese di ottobre 2017.